BENESSERE SUL LAVORO: QUANDO E QUANTO FERMARSI

problemi pausa caffè lavoroLa parola giusta può essere efficace, ma nessuna parola sarà mai efficace come una pausa al momento giusto. (Mark Twain)

 

 

 

 

 

Al contrario di quanto considerato dai più le pause sono molto importanti:

  • permettono di incrementare la creatività (raramente le idee ci vengono quando siamo concentrati sul compito)
  • facilitano la socializzazione e la collaborazione fra colleghi
  • permettono di “ricaricare” le batterie mentali in modo da aumentare la nostra efficienza lavorativa

 

la maggior parte di persone decide le proprie pause secondo due modalità:

 

  • tiro avanti finchè non crollo, ed a quel punto di vai  a prendere un caffè
  • prendere la pause ad orari fissi in modo da mantenere sempre alta l’attenzione

 

qual’è secondo te il metodo migliore?

 

Nessuno dei due!

 

Tirare avanti fino a quando non crolli è come andare in auto fino a quando non finisce la benzina…. dopo di che spingi l’auto fino al prossimo distributore

 

Se Prendi la pausa ad orari fissi ti può capitare quando sei nel pieno di un lavoro ed interromperlo per poi riprenderlo può essere più faticoso che continuare a lavorare, così come ti può capitare quando sei già con le batterie a terra ed avresti bisogno di un giorno intero di pausa!

 

Come scriviamo spesso il mondo del lavoro è cambiato ed è molto più frenetico, le pause dovrebbero farci recuperare di più tenendo conto del tipo di lavoro che facciamo e la nostra naturale tendenza (ognuno di noi è diverso).

 

Ecco alcune best practice, indovina gli intrusi (cioè quelle che non sono best practice):

  • pause più frequenti ma di durata inferiore rispetto al passato (almeno una ogni due ore ma di massimo 10 minuti)
  • durante la pausa occorre cambiare argomento di discussione altrimenti non è una pausa
  • approfittarne per fare due passi (ad esempio evitando di prendere l’ascensore per andare a prendere il caffè)
  • frequentare colleghi diversi dai soliti con cui ti fermi
  • decidere tu (quando possibile) se andare in pausa e non farlo decidere agli altri
  • alimentarsi con snack salutari
  • prima di sentire i richiami del nostro corpo: mancanza di attenzione, fame, sete etc etc dovremmo fermarci (quando lavoriamo tendiamo a sottovalutare le avvisaglie che ci invia il nostro corpo quindi quando le sentiamo può essere troppo tardi)
  • approfittarne per esercitare la consapevolezza implicita

 

 

 

 

 

 

Sono tutti corretti, sorpreso?

 

Bene, ora vuoi prenderti una pausa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *